Esempi di parti stampate in lamiera, tubo e materiali termoplastici per automotive.

Parti stampate da presse

La società NAVA è in grado di fornire la visione delle parti stampate dalle proprie presse idrauliche, per imbutitura, termoformatura o idroformatura, in vari materiali. Sono presenti in questa sezione alcuni esempi di pezzi stampati prodotti con i nostri macchinari a pressa, visionabili per gentile concessione dei nostri clienti. Esempi di parti stampate in lamiera, tubo e materiali termoplastici, che esemplificano il lavoro eseguito dalle nostre presse oleodinamiche in diversi campi di applicazione, tra cui il settore automotive e aerospaziale.

Le presse idrauliche NAVA realizzano parti stampate da:

  • stampaggio metalli per imbutitura
  • stampaggio per termoformatura
  • stampaggio per idroformatura (hydroforming)

Imbutitura

Si tratta di un processo tecnologico studiato per la deformazione plastica della lamiera, che potrà così assumere una forma cilindrica, scatolare oppure a coppa. L’imbutitura permette di ottenere degli oggetti con profonde cavità (es. pentole, lattine, contenitori, corpi pompa o parti automotive) e viene effettuata mediante un punzone, che spinge la lamiera all’interno di una matrice dell’oggetto desiderato. Il flusso della lamiera da stampare nello stampo viene controllato mediante la funzione di premilamiera, che previene la formazione di grinze o rotture nel materiale se ben governato durante il procedere del processo di formatura

Termoformatura (termocompressione)

Prevalentemente, tale tecnica è utilizzata per produrre pannelli di rivestimento estetico e insonorizzanti, destinati al settore automobilistico.

Si tratta di un processo tecnologico studiato per la deformazione del materiale termoplastico in lastre che viene alimentato sulla pressa dopo una opportuna fase di riscaldo mediante forno, che controlla a zone l’applicazione del calore, cui viene accoppiato uno strato superiore di rivestimento estetico.

Idroformatura (hydroforming)

Si tratta di una metodologia efficiente per formare dei metalli malleabili in pezzi leggeri ma rigidi e resistenti, soprattutto grazie alla migliore possibilità di controllare il flusso del materiale verso la cavità dello stampo, permettendo a volte di partire da uno sviluppo di spessore inferiore. Le presse idroformatrici sfruttano la l’ alta pressione dell’acqua per deformare le lamiere metalliche.